Il porto della Spezia

Il porto della Spezia è uno dei maggiori scali mercantili dell’Italia nord-ovest.
La rada ha una superficie di circa 1.500 ettari ed è protetta da una diga foranea di 2,2 chilometri; la conformazione e le opere di protezione consentono una operatività continua. Al momento il pescaggio massimo è di 10.50 metri, ma sono previste opere di dragaggio che dovrebbero portarlo a 15.00 metri.
Il porto è in grado di movimentare tutte le tipolgie di carico – contenitori, merci varie e rinfuse; i collegamenti stradali e ferroviari sono molto buoni e consentono un accesso facile al nord e centro Italia.

I Terminal principali sono:

  • La Spezia Container Terminal: Destinato al traffico di container. Movimenta circa 1 milione di tes annui.
  • Calata Paita: La calata Paita si sviluppa per una lunghezza di circa 550 m con tre ormeggi operativi di cui uno per il traffico Ro-Ro.
  • Calata Malaspina: La calata si estende per una lunghezza di 200 m con quattro gru con portate fino a sei T. È presente anche un magazzino coperto di 1.600 m². Viene utilizzata per lo sbarco/imbarco Ro-Ro.
  • Molo Garibaldi: L’operatività del molo è garantita da tre ormeggi sul lato ovest lungo 510 m e da due ormeggi su quello est che misura 360 m. Sono disponibili 13 gru per portate che vanno da 6 a 12 T.
  • Calata Artom: La calata si estende per 306 m con quattro gru con portate di 25 T e tre ormeggi sia per il traffico tradizionale che Ro-Ro.
  • Terminale Enel: Si tratta di un molo di 250 m nel quale ENEL gestisce lo scarico del carbone ed olio combustibile destinati alla Centrale Termoelettrica Eugenio Montale con la quale il terminal è collegato tramite nastro trasportatore.
  • Terminale del Golfo: Nell’area collocata nella zona a levante del porto mercantile sono operativi un terminal specializzato in container per navi LoLo e RoRo ed il terminal della società Tarros per il transito di passeggeri per complessivi 100.000 m². In particolare vi sono cinque ormeggi RoRo e due LoLo con una gru da banchina per container con una portata fino a 42 T e due gru Fantuzzi Reggiane con portata sino a 100 T.
  • Terminale di rigassificazione: situato a Portovenere in località Panigaglia, nella parte occidentale del golfo della Spezia, è il terminale per la rigassificazione del gas naturale liquefatto.
  • Traffico passeggeri e crociere: Alcune delle banchine citate sono anche usate per il traffico passeggeri che, negli ultimi anni, si è notevolmente incrementato; molte sono le opere previste per il supporto, tra le quali un aumento della spazio di banchina dedicato e la realizzazione di una stazione marittima.
  • Diporto nautico: Nel golfo sono sate realizzate parecchie darsene dedicate al diporto che possono ospitare imbarcazioni di ogni dimesione compresi i megayacht.

Il porto dell Spezia offre un completo range di servizi per l’assistenza, riparazione e costruzione di navi ed imbarcazioni da diporto:

  • Bacini di Carenaggio
  • Carpenteria
  • Officine meccaniche
  • Officine elettriche ed elettroniche
  • Assitenza e riparazione di impianti radar, radio e di navigazione
  • Forniture navali ed alimentari
  • Costruzione e riparazione di imbarcazioni da diporto
  • Costruzione e riparazione di navi mercantili

Ad oggi molte linee di navigazione e passeggeri scalano regolarmente nel porto:

  • CNAN MED Algeria
  • Sahel LIne Tunisia
  • Brointermed Algeria
  • CMA CGM Estremo Oriente Stati Uniti India
  • MSC
  • Hanjin
  • Cosco
  • China Shipping
  • Maersk
  • Evergreen
  • Tarros
  • Uasc
  • Yang Min
  • Costa
  • MSC
  • Royal Caribbean
  • Ibero Cruises
  • Disney Cruises